Domenica, 26 Maggio 2019

Laboratorio biblioteca

LABORATORIO IN BIBLIOTECA: UN LIBRO PER GIOCARE

 

QUADRO DI RIFERIMENTO E MOTIVAZIONI: La definizione e lo sviluppo di un progetto di educazione alla lettura sono nati dalla esigenza ,delle insegnanti, di approfondire i temi relativi al rapporto del bambino con “ i libri” e spinte dal desiderio di far nascere in lui la curiosità e la gioia del leggere, prima per mano di un adulto,ed in futuro per mano sua.

Inoltre si è auspicata e realizzata una ricaduta del progetto non solo sui bambini, ma anche sulle famiglie. Punti di forza del progetto sono stati, non solo , la collaborazione del team insegnanti, ma anche il rapporto proficuo con i genitori e con il personale esterno alla nostra scuola (operatori della biblioteca).

 

 

FINALITA’, OBIETTIVI SPECIFICI E SCELTE DI CONTENUTO:

Finalità generale: far nascere nel bambino la curiosità e la gioia del leggere.

Obiettivi specifici:

  • abituare  precocemente il bambino all’ uso del libro;
  •  ascoltare e comprendere un testo scritto;
  •  avviare alla comprensione letterale di un testo (personaggi, ambienti,relazioni );
  •  arricchire le competenze linguistiche, espressive,relazionali,logiche;
  •  favorire l’autonomia nella scelta dei libri;
  •  sperimentare modalità diverse per realizzare in prima persona un libro e come  
  •  funziona una biblioteca(prestito);
  •   regole nell’uso del libro.

Contenuti: i contenuti sono stati scelti e collegati in riferimento ad alcuni specifici campi di esperienza (il sé e l’altro, messaggi forme media ) ed ad attività svolte anche in altri progetti. .Contenuti in comune con il progetto ambiente: il prato, la montagna ,la pianura(criterio di trasversalità).

PERCORSO :L’esperienza si è sviluppata  per l’intero anno. Una forma di collaborazione molto interessante è stata quella con gli operatori della biblioteca dei ragazzi. Sono state realizzate attività piacevoli e proficue sia a scuola che in biblioteca:

  • di ascolto dell’adulto,
  • di libera consultazione dei libri,
  • di  attività grafica-pittorica e mimico-gestuale,
  • di attività linguistica(conversazione, racconti, poesie, indovinelli, interviste),
  • di progettazione e realizzazione di documentazione (libri),
  • di coinvolgimento ed interesse delle famiglie.

METODI DI INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO, RISORSE/STRUMENTI E PROCEDURE

Metodi :

  • -attività di gruppo di sezione e di intersezione,
  • -racconto orale dell’insegnante(di un testo precedentemente letto),
  • -lettura di un testo scritto (da parte dell’insegnante),
  • -libera consultazione da parte del bambino,
  • -decodifica del libro da parte dell’adulto (bambini –libro- insegnante),
  • -uso di domande stimolo aperte e precise ed , anche, centrate sui perché,
  • -attività grafico- pittorica e mimico- gestuale,
  • -uso di regole  e di rispetto del libro e “fruizione” dello stesso,
  • -documentazione del progetto( elaborati, album grafico- pittorici, fotografici,cartelloni ecc.)
  • -collaborazione “ team” insegnante con coordinazione di un insegnante referente,
  • -collaborazione con personale esterno(biblioteca).

Strumenti e risorse :

  • -libri della biblioteca scolastica e della biblioteca del comune,
  • - fiabe classiche,
  • - libri Battello a vapore
  • - libri Rosa Pizzorno  Einaudi ragazzi,
  • - libri Rodari e Lodi,
  • - libri  “i girini”  Gregari Solmareff  Bompiani ,
  • - libri vari sull’ambiente,
  • - registratore , macchina fotografica , cartelloni,
  • - materiale di consumo e riciclato,
  • - visite  alla biblioteca
  • VALUTAZIONE : Tre fasi di valutazione :
  • - iniziale (ottobre) rilevazione situazione: disponibilità, risorse, competenze,
  • - intermedia (dicembre) monitoraggio esperienze in corso,
  • - finale (maggio) sintesi consuntiva dell’esperienza.
  • La verifica è stata la costante di tutta l’ esperienza progettuale.

Strumenti di valutazione: osservazione, conversazione ,interviste, rielaborazione grafico-pittorica, cartelloni,album grafici ,fotografici,verbali.

RISULTATI E RICADUTA SUL RESTO DELLA DIDATTICA (DEI PRECEDENTI ANNI): I risultati sono stati gratificanti sia per i bambini , che per noi insegnanti ed anche per le famiglie.

Alcuni genitori hanno scoperto la biblioteca come luogo dalle possibilità polivalenti da frequentare costantemente. La visita alla biblioteca era attesa e vissuta con piacere da tutti i bambini , che ci meravigliavano ogni volta per il loro comportamento, corretto nel rispetto dell’ ambiente, del silenzio e nel giusto approccio all’uso del libri.

Di fondamentale importanza la collaborazione con le famiglie(gestione prestito libri) e le possibilità offerte dall’ ente locale(visita alla biblioteca) . A riguardo auspichiamo una collaborazione sempre più proficua con l’ente locale.

STORIA E COLLABORATORI DELL’ESPERIENZA :L’esperienza dura da qualche anno e sarà ripetuta anche quest’anno. Il progetto educativo ha coinvolto 90 bambini, 4 insegnanti di plesso, il personale della biblioteca Comunale.